Maria Chiara Valacchi

Maria Chiara Valacchi

Maria Chiara Valacchi è una critica d’arte, curatrice indipendente e art writer.
Dal 2010 ha fondato e cura lo spazio non-profit Cabinet di Milano che ha ospitato una serie di artisti internazionali mid-career come Brian Calvin, Kaye Donachie, Sylvie Fleury, Karsten Födinger, Dagmar Heppner, Christian Jankowski, Chris Succo, Alexander Wagner, Wendy White e Pieter Vermeersch ed anche giovani artisti emergenti come Adrian Buschmann, Lindsay Lawson, Alex Mackin-Dolan, Mia Marfurt, Melike Kara, David Keating, Dan Shaw-Town, Tyra Tingleff, Henning Strassburger e Amalia Ulman. Dal 2014 ha fondato ed è editor-in-chief di “Paint!” una piattaforma on-line escusivamente dedicata alla diffusione e alla ricerca della migliore pittura contemporanea, la prima ad utilizzare il contributo diretto di illustri pittori internazionali. Dal 2015 è stabilmente contributor internazionale di ArtForum International Magazine e Il Corriere Della Sera e dal 2019 corrispondente dall’Italia di ArtReview. Come curatrice indipendente ha al suo attivo oltre ottanta mostre realizzate in spazi privati e pubblici, tra queste ultime “Studiolo, the Best of Italian Youth”, “San Marino Calling”, “Gen X”, tutte organizzate per il Museo di Arte Moderna e Contemporanea di San Marino e invitando artisti come Pierpaolo Campanini, Kaye Donachie, Sophie von Hellermann, Paul Housley, Victor Man e Alexis Teplin. Tra i principali magazine con cui ha collaborato e collabora: Il Fatto Quotidiano, Flash Art, Arte e Critica, Arte, Muse e Inside. Per questi ha pubblicato alcuni articoli monografici e interviste a curatori, collezionisti e artisti internazionali come Hans Ulrich Obrist, Simon Castet, Vincent Honoré, Alex Sainsbury, Anita Zabludowicz, Michael Borremans, Wim Delvoye, Candida Höfer, Jeff Koons, Jim Lambie, Richard Phillips e Tatiana Trouvé.